Diritto ed Economia dell'ImpresaISSN 2499-3158
G. Giappichelli Editore

15/12/2022 - La Corte di Cassazione interviene nuovamente sul tema della deducibilitÓ dei compensi agli amministratori di societÓ

argomento: News del mese - Diritto Tributario

Articoli Correlati: amministratori - delibere assembleari - deducibilitÓ costi aziendali

La Corte di Cassazione, attraverso la sentenza numero 24562 del 9 Agosto 2022, è tornata su argomento di forte interesse quale la deducibilità dei compensi amministratori. In particolare, la sentenza ha ribadito l’indeducibilità dei suddetti costi in mancanza di una specifica delibera in tal senso. Nel caso di specie, gli emolumenti degli amministratori erano stati inseriti nella delibera di approvazione del bilancio di esercizio, senza che fosse stato previsto un apposito punto nell’ordine del giorno. In particolare nella sentenza viene precisato “il difetto di specifica delibera dell’assemblea in ordine alla determinazione del compenso degli amministratori può essere effettivamente sanato in sede di delibera di approvazione del bilancio, ma solo se detta delibera abbia espressamente approvato la relativa voce, non essendo sufficiente la semplice approvazione del bilancio contenente detta voce”. La Suprema Corte, pertanto, ribadisce come le società debbano adottare una delibera preventiva in merito ai compensi amministratori per poter dedurre i relativi costi in bilancio.