home / Archivio / Fascicolo / Ne bis in idem. La questione dal punto di vista del diritto amministrativo

indietro stampa articolo indice fascicolo leggi articolo leggi fascicolo


Ne bis in idem. La questione dal punto di vista del diritto amministrativo

Massimo Tucci

Il titolo del convegno sembra riecheggiare il celebre dubbio amletico To be or not to be o, se preferite continuare nel jeux de mots: To bis or not to bis, prendere o meno le armi contro la duplicazione delle sanzioni, penale ed amministrativa posto che tale duplicazione esista realmente?

Facile ironia a parte, desidero ringraziare il collega prof. Quattrocchio per avermi invitato ad approfondire un tema così poco trattato e allo stesso tempo così rilevante.

Anzitutto vorrei delimitare la portata del mio intervento che è quello del­l’amministrativista. Sono pertanto fuori dal perimetro della presente relazione sia la materia tributaria, sia quella non meno ampia delle violazioni in materia fiscale e finanziaria. Mi atterrò quindi agli ambiti che caratterizzano la possibilità di duplicazione o meno delle sanzioni in materia amministrativa: quella urbanistico-edilizia e quella ambientale.

Una seconda premessa di merito va fatta prima di passare all’esame del tema assegnatomi: la eventuale previsione del divieto si muove entro il perimetro da ultimo segnato dalla recente sentenza della Corte costituzionale 2 marzo 2018, n. 43. A questa fondamentale decisione che ha definito i principi in materia, si affiancano per la verità alcune sentenze della Corte Suprema di Cassazione, in [continua..]

» Per l'intero contenuto effettuare il login inizio


  • Giappichelli Social